http://www.avvenire.it/

 


La statua di S. Pio a Porta Saragozza


 

Alle 15 in punto, ieri pomeriggio, nella Piazza di Porta Saragozza, nello stesso luogo dove la città è solita accogliere la Madonna di S. Luca, è stato inaugurato, dinanzi a una folla di cittadini e di devoti, il monumento a S. Pio da Pietrelcina (nella foto). Il monumento, opera dello scultore di Cento Salvatore Amelio, è in bronzo e rappresenta Padre Pio che, già nella gloria dei Cieli, indica con un braccio alzato e il Rosario in mano la via per andare al Cielo. L'opera, di notevole consistenza plastica, offre, attraverso una approfondita analisi psicologica, rivolta soprattutto allo studio dei tratti fisiognomici e gestuali, un immagine di Padre Pio molto forte ed espressiva. Viene così a concretizzarsi un progetto che, partito circa un anno fa su iniziativa dei Gruppi di Preghiera dell'intera diocesi, ha avuto nella persona di monsignor Aldo Rosati, coordinatore diocesano dei Gruppi al 1984, un sicuro riferimento spirituale e nel Comitato Organizzatore il «braccio operativo». La statua è stata benedetta dal cardinale Giacomo Biffi alla presenza del Presidente della camera Pier Ferdinando Casini, del sindaco Giorgio Guazzaloca, del vescovo ausiliare monsignor Ernesto Vecchi. Prima della benedizione monsignor Rosati ha ricordato con parole commosse il significato di questo evento che ha definito un traguardo più che un punto di arrivo e ha ringraziato tutti coloro che hanno collaborato alla buona riuscita dell'impresa.

 


Torna all'indice degli Articoli di Domenica 07 dicembre 2003